Fritz 2018

Forlì IGP Bianco Biologico
Bottiglia 75 cl

In Evidenza
Prezzo
16,00
+
-

Le bollicine di questo vino sono ottenute da una naturale rifermentazione in bottiglia e i depositi che trovate non sono altro che i lieviti che l’hanno eseguita.

Descrizione del prodotto


  • Denominazione: Fritz 2018 – IGP Forlì bianco biologico
  • Vitigno: 100% chardonnay coltivato con metodo biologico
  • Grado alcolico: 12%
  • Allergeni: solfiti
  • Temperatura di servizio: 6°C
  • Chiusura: tappo a corona
  • Produzione: 1.500 bottiglie

Certificazione: Certificato di conformità biologico. Organismo di controllo autorizzato dal MIPAAFT IT BIO 009. Operatore controllato AV04.Agricoltura ITALIA.

Vigneto


  • Vigneto: Podere San Ruffillo – Dovadola (FC);
  • Coordinate: Lat 44,098594N Lon 11,871925E;
  • Altitudine: 285 mt s.l.m;
  • Esposizione: nord-ovest di colmo;
  • Suolo: terre calcaree del basso appennino, moderatamente ripide a tessitura media
  • Anno di impianto: 2010;
  • Forma di allevamento: guyot;
  • Densità di impianto: 3.700 ceppi / ha;
  • Superficie: 1 ha;
  • Resa HA: 50 qli.

Lavorazione


  • Raccolta: a mano, in cassetta, raccolta precoce delle uve.
  • Vinificazione: da uve selezionate sulla pianta pressatura soffice dei grappoli interi e parziale fermentazione del mosto in serbatoi di acciaio a bassa temperatura, termine della fermentazione per la presa di spuma in bottiglia sui propri lieviti. Nessuna sboccatura.
  • Affinamento: bottiglia.

Note organolettiche


Nel calice si presenta giallo paglierino con riflessi verdognoli, con un perlage abbastanza fine, numeroso e persistente.
Appena lo avvicini al naso, questo vino parla chiaro: le croccanti note di agrumi, zagara, bergamotto sono accompagnate da sfumature di lieviti, crosta di pane, pasticceria che, sul finale, lasciano spazio ad una nota minerale di gesso.
In bocca dimostra tutta la sua dinamicità e vivacità: Fritz è giustamente teso, fresco e minerale, sul finale si ritrova la sua caratteristica mineralità gessosa

Nel calice si presenta giallo paglierino con riflessi verdognoli, con un perlage abbastanza fine, numeroso e persistente.
Appena lo avvicini al naso, questo vino parla chiaro: le croccanti note di agrumi, zagara, bergamotto sono accompagnate da sfumature di lieviti, crosta di pane, pasticceria che, sul finale, lasciano spazio ad una nota minerale di gesso.
In bocca dimostra tutta la sua dinamicità e vivacità: Fritz è giustamente teso, fresco e minerale, sul finale si ritrova la sua caratteristica mineralità gessosa.

Abbinamenti


Fritz è il perfetto compagno per un buon tagliere di affettati. Anche se qualcuno lo preferisce con il pesce o con i crostacei, noi restiamo fedeli al nostro territorio - quindi lo consigliamo con un crostino al prosciutto crudo o due fettine di salame.